Centro infantile Milflores – progetto n° 136

Da diversi anni il gruppo locale di Vico Equense segue e sostiene con diverse iniziative questo progetto.

Centro infantile Milflores

Le origini del progetto


Il Centro MilFlores nasce dall’esigenza di rispondere, con strumenti e forze adeguate, ad una situazione di insostenibile e drammatica povertà in una particolare area del Guatemala: il Petén, dipartimento situato nel Nord del Paese.

Dopo 26 anni di presenza in Centro America, il nostro obiettivo è stato quello di venire incontro ai minori più vulnerabili; tra questi vi sono bambini dichiarati in stato di abbandono dai giudici, oppure vittime di violenze ed abusi anche familiari o in situazioni di estrema indigenza.

La descrizione del Centro


Con la realizzazione del Centro di accoglienza MilFlores, ultimato a fine novembre 2012, abbiamo finora accolto 97 bambini e bambine (in media per periodi piuttosto brevi) a cui abbiamo offerto un ambiente familiare dove crescere sani, sicuri e dove poter essere accompagnati anche nella elaborazione dei grandi traumi subiti.

Il Centro è caratterizzato da una grande struttura centrale per le attività comuni (gioco, refettorio e svolgimento dei compiti), da uno spazio comune di gioco e socializzazione (stanza Pinocho). I bambini, suddivisi in piccoli gruppi familiari e assistiti dalla presenza costante di un’educatrice/mamma e dal direttore responsabile con la qualifica di psicologo, vivono in casette strutturate come piccoli nuclei familiari. Il Centro offre poi ampi spazi all’aperto per i giochi e le attività sportive.

Centro MilFloresLe attività del Centro:
– l’accompagnamento scolastico, sostenendo i costi relativi alle uniformi, alle rette scolastiche, all’acquisto dei libri e del materiale scolastico;
– attività ludico-formative con una serie di attività psicopedagogiche per favorire la creatività, la socializzazione e l’affettività tra i bambini e momenti che mirano specificatamente alla cura e all’educazione dell’igiene personale;
– attività sportive.

Sono inoltre garantiti il supporto psicologico e l’assistenza medico-sanitaria.

Dopo il cambiamento nella legislazione guatemalteca relativamente ai centri residenziali per bambini, il Centro MilFlores è stato autorizzato ad ospitare temporaneamente bambini in situazioni di rischio sociale e solo nel caso in cui la famiglia non sia in grado di fornirgli la protezione necessaria. Durante il 2014 si sono tenute 18 udienze presso il Tribunale dei minori e che hanno riguardato i nostri bambini ospiti, per valutare insieme ai giudici e alle assistenti sociali la possibilità di una reintegrazione dei minori presso le famiglie di origine.

Di questi, 15 bambine/i e adolescenti sono stati reinseriti nelle famiglie pur mantenendo la supervisione delle assistenti sociali del tribunale.

Attualmente il Centro MilFlores ospita circa 20 bambini/e e adolescenti (la maggior parte femmine) che frequentano gradi diversi del sistema scolastico guatemalteco. Le educatrici seguono i bambini per offrire loro un ambiente familiare ed un sostegno continuativo, paziente ed affettivo.

La Finca del Centro MilFlores


Finca del Centro MilFloresPer assicurarci la sostenibilità alimentare dei bambini del Centro, abbiamo già avviato nel terreno circostante una finca (fattoria di produzione agricola) gestita da alcune famiglie indigene.

Molti dei risultati attesi sono già stati raggiunti in quanto sono stati piantati alberi di platano e banane, mais, ayote e fagioli secondo il sistema tradizionale Milpa. Per il futuro si prevede la costruzione di una piccola casa per il guardiano, l’estensione di aree adibite a coltivazioni ed orti e la costruzione di una stalla. Vorremmo inoltre aumentare il numero delle galline, incrementare l’acquisto di bestiame e la produzione di cereali di base e piantare altri alberi da frutto. Verranno messe a disposizione borse di studio per giovani che vogliano occuparsi delle attività agricole.

Gli obiettivi


– fornire borse di studio ai nostri bambini e ragazzi meritevoli;
– rafforzare il sostegno psicologico;
– promuovere l’insegnamento della lingua inglese;
– rafforzare i rapporti interpersonali, per migliorare la convivenza e la convivialità presso il Centro;
– curare la manutenzione ordinaria e straordinaria del Centro migliorando anche gli spazi esterni;
– potenziare la divulgazione del Centro sensibilizzando le comunità limitrofe;
– effettuare corsi di formazione per le educatrici e il personale;
– ottimizzare lo sviluppo della finca.

Email Pinterest LinkedIn Google Twitter Facebook